Jummah: perché i musulmani pregano il venerdì?

Il venerdì è un giorno essenziale per i musulmani. È il giorno più significativo e più colmo di benefici di qualsiasi altro giorno della settimana. Cerchiamo di capire l’importanza del venerdì nell’Islam ed i benefici che esso riserva per i fedeli musulmani.

il venerdì nell'Islam, l'importanza del venerdì nell'Islam, il venerdì per i musulmani, jumu'ah o jummah nell'Islam

La Jumu’ah (venerdì) nella Sunnah

Le preghiere congregazionali (obbligatorie per gli uomini) sono uno dei doveri più fortemente enfatizzati nell’Islam. È un momento in cui i musulmani si uniscono per adorare un solo Dio e trovare la forza e il conforto stando spalla a spalla e riaffermando la loro fede e devozione verso Allah سُبْحَانَهُ وَتَعَالَى.

Il giorno della Jumu’ah (جمعة) è il giorno in cui i musulmani si riuniscono per pregare in congregazione. Prima della preghiera ascoltano una “messa” o la “Khutbah” che ha lo scopo di conferire loro una preziosa conoscenza di Dio e della religione dell’Islam.

È un giorno benedetto che è stato designato come tale da Dio, l’Onnipotente; nessun altro giorno della settimana condivide le sue virtù.

L’intera vita di un credente è di adorazione verso Allah Subhanahu Wa Ta’ala; anche le celebrazioni sono considerate parte del culto. Nonostante non ci siano un posto o un tempo speciali per adorare Dio, ci sono, tuttavia, dei momenti, giorni o tempi che Dio ha reso superiori; Il venerdì è uno di quelli. Analizziamo in basso tutti gli aspetti della Jumu’ah seguendo vari hadith del Messaggero di Allah (SAW).

 

Il venerdì è il giorno della congregazione nell’Islam

Dalle tradizioni del nostro Profeta Muhammad (pace su di lui) impariamo che:

“Il giorno migliore agli occhi di Allah è il venerdì, il giorno della congregazione”.

(Al-Bayhaqi)

Muhammad disse ai suoi seguaci:

“Le cinque preghiere quotidiane, e da una preghiera del venerdì fino a quella successiva, servono come espiazione per qualunque peccato sia stato commesso tra esse, purché uno non commetta alcun peccato grave”.

(Muslim)

 

Le virtù e i benefici della Jumu’ah

il venerdì nell'Islam, l'importanza del venerdì nell'Islam, il venerdì per i musulmani, jumu'ah o jummah nell'Islam

Il Profeta Muhammad disse:

“Non c’è giorno più virtuoso del venerdì. In essa c’è un’ora in cui nessuno pregherà Dio, tranne che Dio ascolterà la sua preghiera”.

(At-Tirmidhi)

“Il venerdì consiste di dodici ore, una delle quali è l’ora in cui Dio concede le suppliche dei credenti. Questa ora viene cercata nell’ultima ora dopo Asr (la terza preghiera del giorno)”.

(Abu Dawoud, Al-Nisa’i)

Riportato da Al-Bayhaqi, il Messaggero di Allah (SAW) affermò:

“Chiunque reciti “Al-Kahf” (capitolo n° 18 del Corano) di venerdì, Allah gli donerà una luce che durerà fino al prossimo venerdì”.

(Al-Bayhaqi)

È stato inoltre riportato dal Messaggero di Allah (SAW) il seguente hadith:

“Il giorno migliore in cui sorge il sole è il venerdì. Il venerdì è il giorno in cui Adam è stato creato. Ed è anche il giorno in cui Adam è entrato nei Giardini Celesti, il giorno in cui è stato espulso e anche il giorno in cui è morto. Il venerdì è il giorno in cui si svolgerà il Giorno della Resurrezione”.

(Muslim)

“In verità, questo (venerdì) è il giorno dell’Eid (giorno della celebrazione) che Allah (SWT) ha prescritto per i musulmani”.

(Ibn Majah)

 

Differenze con il Sabbath degli Ebrei e la domenica dei Cristiani

Imam Bukhari e Muslim hanno riferito che il Profeta Muhammad disse:

“Noi (musulmani) siamo arrivati alla fine, eppure saremo i primi nel Giorno del Giudizio. Essi hanno ricevuto i libri prima di noi (cioè la Torah e l’Injil). Noi abbiamo ricevuto il Libro dopo di loro (il Corano). Il venerdì era il loro giorno prescritto per glorificare Dio. Ma essi discussero su questo mentre Allah ci aveva detto che il venerdì è il giorno per glorificarlo. Perciò loro ci seguiranno. Gli ebrei glorificano il sabato e i cristiani glorificano la domenica.”

 

La Jumu’ah (Venerdì) nel Corano 

Il venerdì è anche il giorno in cui è stato rivelato uno dei più grandi versetti del Corano:

“Oggi ho perfezionato la tua religione per te, ho completato il mio favore su di te e ho scelto l’Islam come religione”.

[Al-Qur’an V: III – Surah Al-Mâ’ida, versetto N. 3]

 

il venerdì nell'Islam, l'importanza del venerdì nell'Islam, il venerdì per i musulmani, jumu'ah o jummah nell'Islam

Nel Sacro Corano, è presente un solo versetto che tratta del tema del Venerdì e della preghiera della Jumu’ah da offrire in congregazione e si trova nella Surah Al-Juma’a, capitolo 62 versetti 9-10:

“O credenti, quando viene fatto l’annuncio per l’orazione del Venerdì, accorrete al ricordo di Allah e lasciate ogni traffico.  Ciò è meglio per voi, se lo sapeste.

Quando poi l’orazione è conclusa, spargetevi sulla terra in cerca della grazia di Allah, e molto ricordate Allah, affinché possiate avere successo.”

[Al-Qur’an LXII: IX – X – Surah Al-Juma’a, versetto 9-10]

Questo ayah del Corano esplica le istruzioni da seguire, ovvero quando un musulmano ascolta l’Adhan per la preghiera di Jummah, dovrebbe interrompere ciò che sta facendo e qualsiasi attività personale o lavorativa e concentrarsi sul ricordo di Allah che è la preghiera di Jumu’ah. Allah l’Onnipotente afferma che ciò è meglio per una persona, se ne ha la comprensione.

Pertanto, bisogna cercare di comprendere che la preghiera della Jumu’ah è diversa dalla preghiera del Zuhr (preghiera del Mezzogiorno) e un musulmano dovrebbe prepararsi in modo speciale affinché possa compiere tale preghiera con il dovuto rispetto.

 

Come prepararsi per la Jummah (preghiera del venerdì)

Da vari hadith, è stato dimostrato che il Profeta Muhammad era solito celebrare questo giorno e dichiarò la jumu’ah come l’Eid (festa) settimanale per i musulmani.

Egli (SAW) soleva indossare abiti puliti e nuovi (lavati), usava fare il bagno, indossare profumi, indossare il surmah per questo giorno appositamente.

Vediamo, dunque, quali sono gli atti obbligatori per un musulmano che intende recarsi in moschea per offrire la preghiera del venerdì.

il venerdì nell'Islam, l'importanza del venerdì nell'Islam, il venerdì per i musulmani, jumu'ah o jummah nell'Islam, sunnah tagliare unghie venerdì nell'islam

Mentre sono solo gli uomini che sono obbligati a partecipare alla preghiera congregazionale del venerdì, ci sono anche molti atti che uomini, donne o bambini possono praticare durante questo giorno.

Tali atti includono: fare il bagno e indossare abiti puliti, fare numerose suppliche a Dio, inviare benedizioni sul nostro Profeta Muhammad ed infine leggere il Capitolo 18, ovvero la Surah Al-Kahf del Nobile Corano.

È importante che un musulmano non trascuri la preghiera del venerdì a causa del lavoro, studio o altre questioni mondane.

I credenti dovrebbero considerare prioritaria questa preghiera poiché ignorarla per tre volte di seguito, senza una ragione valida, farà allontanare un credente dalla retta via.

 

1.      Leggere Surah Al-Kahf

Fu descritto da Abu Sa’eed al-Khduri che il Profeta (sallallahu alyhi wasallam) disse:

“Chiunque legga Surat Al-Kahf il venerdì, sarà illuminato con la luce tra il venerdì precedente a quello seguente.”

(Narrato da al-Haakim; classificato come saheeh da al-Albaani)

 

2.     Fare Du’a

NON PERDERE un’opportunità d’oro!

Il Profeta Muhammad, pace e benedizione di Allah su di lui, disse:

“C’è un’ora speciale del venerdì, durante la quale tutte le preghiere sono accettate e risposte da Allah, Gloria e Lode a Lui”.

Questo fa parte delle benedizioni che Allah ha benedetto il venerdì, a discapito di tutti gli altri giorni della settimana.

È stato descritto da Abu Huraira che il Messaggero di Allah (pace su di lui) ha specificato il venerdì ed ha detto:

“In questo giorno c’è un momento in cui nessun musulmano si alza e prega, chiedendo ad Allah qualcosa, ma che Allah lo concederà” – e fece un gesto con le mani per indicare quanto fosse breve quel tempo.

(Bukhari 893 Muslim, 852]

Ibn Al-Qayyim (Rahim Ullah) ha detto, riguardo all’ora corretta del venerdì a cui il Profeta (SAW) si riferisce, si tratta del tempo dopo Asr fino alla preghiera del Maghrib (ovvero della preghiera del Tramonto):

“Il venerdì ha dodici ore (o parte di esso). C’è un’ora durante la quale se un Musulmano chiede ad Allah qualcosa, Allah lo darà a lui, quindi trovalo durante l’ultima ora dopo Asr.”

(Abu Dawud & An-Nasai)

 

3.     Fare il bagno completo (Ghusl)

Lavarsi e purificarsi totalmente compiendo il Ghusl (il lavacro massimo). Umar (R.A) riferì di aver sentito il Messaggero di Allah (SAW) dire:

“Se uno di voi vuole venire alla Jumu’ah, esegua il Ghusl.”

(Muslim)

Seguendo queste linee, la considerevole stima del venerdì è così evidente dal già citato hadith che, oltre al bagno in generale, bisogna necessariamente fare anche la doccia.

 

4.    Indossare abiti puliti, usare il miswak (lavarsi i denti) e indossare il profumo (profumo non alcolico)

Bisogna tenere presente che il venerdì rappresenta un’enorme occasione e bisogna investire tanto tempo per la corretta pulizia di tutte le parti del proprio corpo ed applicare del profumo prima di recarsi in moschea per la preghiera congregazionale.

Questo è esattamente il modo in cui ognuno di noi si dovrebbe preparare per la Jumu’ah! Lavndosi, assicurandosi di seguire la Sunan Al-Fitra tagliando le unghie, rimuovendo i peli dalle ascelle e dai peli pubici, indossando l’atthar (profumo) abbondantemente e così via.

Bisogna assicurarsi che gli indumenti siano perfetti, puliti e non qualcosa che sia stato indossato 2 giorni prima e che sia ricolorato o stropicciato!

Inoltre, bisogna prendersi una cura straordinaria della pulizia orale, trascorrendo alcuni minuti per il lavaggio dei denti, usando un collutorio senza alcol, usando il miswak/siwak, etc.

Abu Sa’id Al-Khudr riferì: Rendo testimonianza che il Messaggero di Allah (Pace e benedizioni su di lui) ha detto:

“Il bagno completo nel giorno del venerdì è obbligatorio per tutti i musulmani che abbiano raggiunto l’età della pubertà così come lo è la pulizia dei denti con Siwak e l’uso del profumo, se disponibile”.

(Sahih Bukhari)

 

5.     Recarsi in moschea con largo anticipo

Riferito da Abu Hurairah, il Messaggero di Allah (Pace e dotazioni su di lui) disse:

“Quando è Jumu’ah, gli Angeli si posizionano all’entrata del masjid ed annotano i nomi delle persone che arrivano al masjid in successione secondo i loro orari di arrivo. L’esempio di colui che entra nel masjid nella prima ora è quello di colui che offre un cammello (in sacrificio); colui che viene dopo è come se offrisse una mucca e poi un ariete; e poi un pollo; e poi un uovo, rispettivamente. Quando l’Imam esce (per il sermone della Jumu’ah) essi (gli Angeli) piegano i fogli ed ascoltano il sermone”.

(Sahih Al-Bukhari)

 

6.    La preghiera del venerdì

Allah dice nel Sacro Corano (interpretazione del significato):

“O credenti, quando viene fatto l’annuncio per l’orazione del Venerdì, accorrete al ricordo di Allah e lasciate ogni traffico.  Ciò è meglio per voi, se lo sapeste.

Quando poi l’orazione è conclusa, spargetevi sulla terra in cerca della grazia di Allah, e molto ricordate Allah, affinché possiate avere successo.”

[Al-Qur’an LXII: IX – X – Surah Al-Jumu’ah, versetto 9-10]

 

7.     Inviare le benedizioni sul Profeta Muhammad (SAW)

È stato narrato da Aws ibn Aws che il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) ha detto:

“Il migliore dei giorni è il venerdì. In quel giorno fu creato Adamo (pace su di lui); in quel giorno morì; ed in quel giorno la tromba sarà suonata (per il Giorno del Giudizio) e in quel giorno tutta la creazione svanirà. Quindi invia molte benedizioni su di me, perché mi saranno mostrate le tue benedizioni. “Dissero: “O Messaggero di Allah, come ti saranno mostrate le nostre benedizioni su di te quando sarai diventato polvere?” Egli (SAW) disse: “Allah ha proibito alla terra di consumare i corpi dei Profeti, la pace sia su di loro”.

(Narrato da Abu Dawood, 1047)

 

8.    Recarsi in moschea a piedi

Abu Hurairah (R.A) ha riferito che Hazrat Muhammad (SAW) affermò:

“Colui che purifica (esegue Wudu’) se stesso nella sua casa e poi cammina verso una delle case di Allah (moschea) per eseguire una Salat obbligatoria, un passo cancellerà i suoi peccati ed un altro passo eleverà il suo rango (nella Jannah)”.

(Muslim)

 

9.    Ascoltare la khutbah con la dovuta attenzione

Il profeta Muhammad, pace e benedizione di Allah su di lui, ha affermato:

“Chiunque dica “taci” ad un altro fedele mentre l’Imam sta offrendo la Khutbah (il sermone) commette anch’egli un’assurdità”.

(Muslim e Bukhari)

 

Come si svolge la preghiera del venerdì (Jumu’ah)

Ci sono due Adhan per la preghiera del venerdì. Il primo Adhan viene recitato quando il sole inizia a scendere ed il secondo viene recitato appena prima che l’Imam si alzi di fronte ai fedeli accorsi in moschea per ascoltare il suo sermone.

 

La Khutba del Venerdì (Sermone)

il venerdì nell'Islam, l'importanza del venerdì nell'Islam, il venerdì per i musulmani, jumu'ah o jummah nell'Islam

Il sermone è costituito da due parti. Nella prima parte l’Imam, dopo la recitazione di Ta’awwudh e Surah Al-Fatihah, consiglia ai fedeli di agire secondo i comandamenti di Allah e li rammenta dei doveri che i fedeli devono svolgere per diventare buoni musulmani. Il sermone può trattare qualsiasi altra questione importante. Questa parte del sermone può essere consegnata in qualsiasi lingua.

I musulmani hanno il dovere di ascoltare attentamente il sermone. È vietato qualsiasi tipo di conversazione durante il sermone.

Dopo che l’Imam ha offerto la seconda parte del sermone, l’Iqamah viene recitato e l’Imam guida i fedeli nei due Raka’at della preghiera della Jumu’ah.

È preferibile che la persona che ha offerto il sermone guidi la preghiera. L’Imam dovrebbe recitare la Sura Al-Fatihah e alcuni versi del Santo Corano ad alta voce durante la Preghiera della Jumu’ah.

 

Le preghiere Sunnat da offrire prima e dopo la preghiera congregazionale

I fedeli dovrebbero offrire quattro Raka’at Sunnat prima della preghiera congregazionale del venerdì e quattro Raka’at di Sunnat dopo la preghiera congregazionale della Jumu’ah, ma sono permessi anche due Raka’at di Sunnat dopo la preghiera congregazionale del venerdì o Jumu’ah, come menzionato nel famoso libro delle Tradizioni chiamato Sunan Abu Dawud (Kitabus-Salat, Bab As-Salat ba’dal Jumu’ah wash-sharah As-Sunnah, Vol.3 pagina 449).

I due Raka’at della preghiera Sunnat (facoltativa) da offrire prima della preghiera Fard (obbligatoria) sono quasi obbligatori e non vanno trascurati nemmeno durante un viaggio.

Una persona che si reca in moschea durante il sermone non dovrebbe dirigersi verso la parte anteriore saltando sulle spalle delle persone già sedute. Poiché il sermone è già iniziato, può, se lo desidera, offrire due Raka’at di Sunnat rapidamente durante il sermone.

Se, invece, una persona è in ritardo per la preghiera del venerdì e si unisce alla congregazione nell’ultima Qa’dah, dovrebbe completare la sua preghiera individualmente dopo che l’imam ha finito di condurre la preghiera.

Se, tuttavia, egli arriva in ritardo e perde completamente la preghiera congregazionale, tale persona dovrebbe offrire invece la preghiera di Zuhr di quattro Raka’at, come nel resto dei giorni della settimana.

 

Il Venerdì islamico

La preghiera del venerdì è un’occasione per l’assemblea dei musulmani di un’intera città. In una grande città, la preghiera del venerdì può essere offerta in più di un luogo per la comodità della comunità musulmana.

In molti paesi a maggioranza musulmana il venerdì è una festa settimanale. Tuttavia non vi è alcuna chiusura obbligatoria delle attività commerciali, tranne durante il tempo della preghiera della congregazione. Nei paesi occidentali molti musulmani cercano di fare una pausa durante il tempo di preghiera, di solito nel primo pomeriggio.

Il venerdì offre loro l’opportunità di incontrarsi insieme per discutere e risolvere i loro problemi individuali e comunitari. Riunirsi una volta alla settimana sviluppa unità, cooperazione e coesione tra i musulmani. La preghiera del venerdì è anche una dimostrazione dell’uguaglianza islamica.

I credenti farebbero bene ad approfittare delle benedizioni che Allah (SWT) conferisce ai suoi schiavi nel giorno benedetto che è il venerdì islamico. Questo è un giorno di congregazione, un giorno di festa e un giorno di contemplazione e supplica, come menzionato in precedenza.

 

Allah ne sa di più;   الله اعلم

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi, Iqra

"Iqra", ovvero, "Leggi! In nome del tuo Signore..." furono le prime parole rivelate al Messaggero di Allah ﷺ.

Iscriviti alla newsletter e ricevi una mail quando pubblichiamo un nuovo articolo!

Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter. Riceverai una mail quando pubblicheremo un nuovo articolo (non ti preoccupare, pubblichiamo un solo articolo a settimana)

C'è stato un errore nell'elaborazione della richiesta. Riprova!

Il Musulmano will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.